top of page

Raggiungere l'asana: la pazienza è tutto

Ci sono molti dettagli interessanti su noi stessi che vengono rivelati mentre riconosciamo le nostre debolezze e il nostro atteggiamento verso le sfide.

Quando si praticano le asana, si espellono le tossine, l'energia vecchia e le credenze sulla vita, muovendosi oltre le limitazioni che ci siamo imposti.


Diventiamo più forti e più flessibili, il che porta a sviluppare una migliore concentrazione oltre ad una maggiore apertura.


Il metodo per avanzare nelle asana è quello di praticare tutti i giorni con l'intento di mantenere almeno quello che hai sviluppato.

Si deve anche essere psicologicamente pronti a rilasciare i portatori di paura o trauma presenti nel corpo. Affinché il corpo lasci volontariamente andare queste prese, devi occuparti della pulizia interiore di questi problemi.

Il lavoro interiore di affrontare le tue paure o perdonare il dolore che hai dovuto sopportare a causa delle azioni di un altro, deve essere fatto attraverso la meditazione. Questo richiede l'indagine di sé, la compassione verso se stessi e il perdono delle cause di queste esperienze.


Le pose yogiche o i Pranayama (tecniche di respirazione) hanno lo scopo di cancellare i blocchi nel flusso di energia attraverso i nostri Nadi per aiutarci a sentire la pace. Sentendo la pace possiamo meditare più a lungo, arrivando a luoghi dentro di noi che stanno rivelando informazioni e intuizioni, sfidandoci a crescere.


Una volta lasciate andare le sofferenze, l'agitazione o le distrazioni possiamo, attraverso la nostra calma ritrovata, effettuare le asana.

Con un respiro calmo, i movimenti saranno più fluidi e la consapevolezza del nostro corpo ci aiuterà nei movimenti.

Non avere fretta di raggiungere un'asana avanzata: attraverso la pratica costante e il corretto allineamento, riuscirai a muovere il tuo corpo come vuoi.


23 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page